Dopo l’inaugurazione, l’abbandono: degrado nel Parco Caduti Vigili del fuoco. Messuti: “Domani intervento straordinario”

LECCE- A poco più di un anno dall’inaugurazione, il parco dedicato ai Caduti dei Vigili del fuoco, che si trova in via San Pietro in Lama, a Lecce, versa in uno stato di degrado e sporcizia.

A segnalarlo un nostro telespettatore che ha inviato delle foto denuncia alla nostra mail dilloatelerama@gmail.com 

Inaugurato il 7 giugno 2014, grazie a un’idea del Conapo, il sindacato autonomo dei vigili del fuoco che si è impegnato per la sua realizzazione,nel parco sorge un monumento con una targa ad hoc che aveva ed ha come obiettivo quello di ricordare a tutti i frequentatori dell’area verde attrezzata anche per accogliere i bambini che sono molti i pompieri morti durante le operazioni di soccorso o di messa in sicurezza di aree a rischio, e che quello dei vigili del fuoco è un lavoro importante ma anche molto pericoloso.

Purtroppo però, nonostante la lodevole iniziativa, ad oggi quel luogo versa già in uno stato di degrado e di abbandono: “Ormai senza manutenzione da tempo -scrive il cittadino- il parco sta diventando un boschetto, probabile ricettacolo di ratti e serpenti,non proprio adatto alla fruizione dei bambini al quale era stato destinato”.

E su facebook l’assessore ai Lavori pubblici e al Verde pubblico, Gaetano Messuti, interviene sul parco: “Credo sia importante specificare,in seguito al servizio divulgato da Tele Rama, che il parco realizzato in commemorazione dei Caduti dei Vigili del Fuoco, non rientra tra quelli manotenuti in modo ordinario dalla Lupiae Servizi -dice- Questo quindi non permette che sia eseguito un costante servizio di manutenzione. L’intervento presso questo parco è stato già inserito in calendario e spesso slittato, in quando intervento straordinario, a causa di emergenze. ultimo slittamento avvenuto in questi giorni a causa di operazioni urgenti nel Coni. L’intervento presso il parco in oggetto, risulta ad oggi in calendario per il 4 settembre. Ringrazio i cittadini che attentamente collaborano con il mio assessorato con segnalazioni e suggerimenti” così come ringrazia noi giornalisti”.

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*