Amministrative 2012, pizzo sui manifesti elettorali

doc cantina salice

LECCE- Pizzo sui manifesti elettorali, estorsione e criminalità. Nelle elezioni amministrative di Lecce 2012 vinte dal centrodestra, con al capo l’attuale sindaco Paolo Perrone, si celerebbe l’ombra della Sacra Corona Unita.

Questo quanto emerge nell’avviso di conclusione dell’indagine “Eclissi”. Stando agli investigatori, durante la campagna elettorale la malavita avrebbe fatto pressioni su un candidato a consigliere comunale della lista Io Sud, chiedendo persino 1 euro e 30 centesimi per ogni manifesto.

A testimoniarlo ci sarebbe un’intercettazione telefonica tra il candidato e Sergio Marti, attualmente indagato con l’accusa di estorsione aggravata per aver agevolato l’associazione mafiosa.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*