Interventi chirurgici con la luce dei cellulari. Gorgoni: “Illuminazione regolare”

LECCE- A seguito dell’allarme lanciato dall’ articolo del Corriere, interviene la asl che precisa: “Dagli ultimi rapporti di ingegneria clinica dello scorso maggio l’illuminazione del campo operatorio nelle tre sale dell’ospedale di Galatina risulta abbondantemente nella norma”.

Un sopralluogo condotto dalla stessa Direzione aziendale ha permesso di appurare che gli interventi chirurgici si svolgono alla luce delle sole scialitiche. “La sicurezza delle sale operatorie è un argomento particolarmente a cuore della direzione – dice Giovanni Gorgoni, direttore generale della Asl Lecce – e ai primi di agosto ho disposto una verifica straordinaria di tutte le sale operatorie dell’Azienda (oltre 40), alle cui prime risultanze abbiamo già dato seguito con gli interventi risolutivi qualunque fosse l’importo economico. La stessa sostituzione della lampada fissa in questione è stata recentemente da noi autorizzata nello stesso momento in cui ci è stata segnalata la criticità”.

“Quello che invece mi preoccupa e su cui ho chiesto una inchiesta rapida è la presenza di telefonini in sala operatoria ma soprattutto la riportata consuetudine di condurre interventi chirurgici con la luce dei cellulari, tanto più che l’ospedale dispone di altre due sale sottoutilizzate. Andremo a fondo ma vorrei sperare che si sia trattato di una irresponsabile provocazione”.

“Nelle ultime ore è stato avviato un confronto diretto con il personale di sala operatoria – aggiunge Giovanni Gorgoni – gli interpellati hanno escluso la prassi bizzarra e pericolosa del telefonino utilizzato in sala anche come fonte di luce”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*