Calcioscommesse, Brindisi escluso dal campionato di serie D e declassato

Ottica Salomi

ROMA-Calcioscommesse: il Città di Brindisi sarà retrocesso. Lo ha deciso il tribunale della Figc, che ha escluso la squadra salentina dal campionato di Serie D, senza comunque alcuna sanzione economica, a fronte della multa da 8mila euro chiesta dal procuratore Palazzi. Spetterà al Consiglio federale, nella riunione del prossimo 31 agosto, decidere in quale campionato far scivolare i biancazzurri. Probabilmente sarà Promozione.
Nel mirino ci sono le presunte combine per le partite Brindisi-San Severo 2-1 del 30 novembre 2014 e Pomigliano-Brindisi 1-4 del 14 novembre 2014. pesanti le inibizioni agli ex vertici del club: l’ex vicepresidente Giorgio Flora è stato inibito per 4 anni e mesi 6 con 70mila euro di ammenda. L’ex dirigente, nonché ex proprietario, Vito Morisco è stato inibito per 3 anni e 9 mesi con 50mila euro di ammenda.

L’ex consulente di Mercato, Savino Daleno, è stato inibito per 5 anni e 5 mesi, con preclusione alla permanenza in qualsiasi rango o categoria della Figc e 50mila euro di ammenda. La posizione dell’ex presidente Antonio Flora, invece, era stata stralciata.

Restando sul filone della stessa inchiesta Dirty Soccer, anche il Catania è stato retrocesso in Lega Pro con 12 punti di penalizzazione da scontare nella prossima stagione.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*