Lecce: in città è guerra sui rifiuti, dopo le multe gli esercenti si ribellano

LECCE- La bellezza del centro storico, fiore all’occhiello di Lecce, intaccata dai cumuli di spazzatura in bella vista fuori dai locali e dai carrellati, i bidoncini per la differenziata di cui gli esercizi pubblici sono dotati, sempre traboccanti di rifiuti. Ed ora arrivano le multe da parte della Polizia Municipale e si scatena una vera e propria guerra, in città, tra amministrazione, impegnata a tutelare il decoro pubblico ed esercenti, colpevoli di portare fuori la spazzatura anzichè tenerla all’interno dei locali.
In due giorni di controlli da parte della Polizia Ambientale, veri e propri blitz nel cuore della movida, sono 11 i verbali elevati ad altrettanti titolari di pub e ristoranti: multe da 100 euro ciascuna per il mancato rispetto dei giorni e degli orari di esposizione previsti dal Regolamento di Gestione dei Rifiuti. In un caso ad un gestore è stato contestato l’ abbandono di rifiuti al di fuori dei bidoni, che prevede una multa quadruplicata: 400 euro.

“Il nostro scopo è quello di vedere il centro storico sgombero dalla presenza indiscriminata dei carrellati e di restituire alla città un’immagine decorosa. La nostra attività proseguirà per raggiungere l’obiettivo e consolidarlo nel tempo” – ha dichiarato il Comandante della polizia municipale di lecce Donato Zacheo.

Ma i gestori dei locali si ribellano. Antonio Vetrugno, titolare del ristorante I Latini, e il figlio, che ha un locale di fronte, sono due dei destinatari delle sanzioni che definiscono assolutamente ingiuste: “Abbiamo posizionato i bidoncini fuori dai locali e al mattino non li abbiamo rimessi dentro perché non erano stati svuotati, questo né nella notte tra domenica e lunedì né in quella tra lunedì e martedì. I verbali sono stati fatti poco prima delle ore 13 del 18 agosto. Ora in cui bidoncini, per strada, non potevano essercene perché l’orario del conferimento è dalle 22 alle 5. Ma cosa avremmo dovuto fare -dice Vetrugno- riportarli dentro ancora pieni? Inoltre, continua il titolare de I Latini, avevano concordato con la Monteco il ritiro della spazzatura in vico Ospedale Fate bene fratelli, isolato e non visibile ai turisti. Lì però, come mostrano queste foto, i residenti gettano anche i propri sacchetti a qualsiasi ora. Stessa scena nel vicino vico Conservatorio San Leonardo”.

Una maggiore organizzazione quindi con l’assessorato all’Ambiente è quello che chiedono i gestori dei locali, perché nessuno vuole che la città si trasformi in una discarica, ma le multe proprio no, perché già paghiamo una Tari più che salata.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*