I salentini non rinunciano alle vacanze, ma con budget ridotto

LECCE- Vacanze intelligenti, a giugno o settembre, budget che per una famiglia media non supera i 2 mila euro e durata della vacanza che difficilmente va oltre i 5 giorni.

E’ questo l’identikit del salentino vacanziero nell’estate 2015 secondo Giovanni Serafino, tour operator, titolare di un’agenzia viaggi, che rispetto allo scorso anno le differenze le ha notate eccome. Prima tra tutte la disponibilità economica: sempre meno denaro a disposizione, dice. Mentre prima si arrivava in agenzia con una meta da raggiungere ora ci si presenta con una somma di denaro e, in base a questa, si sceglie dove andare.

Ecco perche’ quest’anno più che mai e’ stato boicottato il mese di agosto: tariffe troppo care, meglio scegliere la bassa stagione. Le famiglie optato per l’Europa: Francia, Inghilterra e Olanda vanno per la maggiore. Bene anche le località dove il mare può competere con il nostro: sicilia e calabria.

La Sardegna? Troppo cara, ormai non la sceglie più nessuno. Troppo costose anche le crociere, in molti ci rinunciano, mentre per chi ha la possibilità, intramontabili rimangono gli stati uniti. In crisi anche la Grecia, penalizzata quest anno dal mancato collegamento diretto via nave Brindisi Corfu. Per raggiungere l’ isola nostra dirimpettaia bisogna raggiungere Bari e imbarcarsi da lì oppure da Brindisi raggiungere Igumeniza e poi cambiare traghetto alle 4 del mattino.

C e’ anche chi sceglie di rimanere in puglia mentre le vacanze in Spagna e in Croazia restano appannaggio delle comitive di ragazzi dopo la maturità. Gli unici a scegliere la formula dell appartamento, perchè i salentini amano gli alberghi. Insomma, alle vacanze non si rinuncia. In media una famiglia salentina viaggia una settimana in estate e un week end in inverno. Una cosa e’ certa: organizzarsi in anticipo e’ conveniente. I leccesi lo sanno e si stanno preparando, già da ora, per l’Immacolata.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*