Torna il morbo della “Mucca pazza”: una 49enne muore a Casarano

CASARANO- Dopo i tre casi del 2013, torna l’incubo mucca pazza. A Casarano, una donna di 49 anni è deceduta. E la diagnosi ha confermato i sospetti: era affetta dalla malattia di Creutzfeldt-Jakob (MCJ).
Non si conoscono ancora le origini della patologia e sono in corso ulteriori indagini. La paziente è stata ricoverata il 21 luglio nell’ospedale Ferrari, dopo essersi presentata al pronto soccorso con la febbre.

Sono state attivate le procedure per la diagnosi di eventuali processi infettivi (RxTorace, emo- urino colture, esame del liquor cefalo-rachidiano, etc), di pari passo con la valutazione del progressivo decadimento dello stato di coscienza (consulenza neurologica, TC cerebrale, EEG). Al riscontro di un tracciato EEG che lasciava sospettare un caso di MCJ, è stata richiesta una nuova valutazione neurologica.

La donna aveva già avuto una diagnosi uguale dall’istituto Besta di Milano: i medici di Casarano hanno subito interessato l’istituto superiore di Sanità che ha dato la conferma.

Nel luglio 2013, ad esserne colpita fu una donna di 80 anni ricoverata nell’Ospedale Panico di Tricase. A febbraio e a marzo dello stesso anno, si registrarono due ulteriori casi, a Brindisi e Casarano. Il rarissimo morbo fa parte della famiglia di quello più comunemente definito “della mucca pazza”. La differenza, sostanziale, è che non sarebbe di origine virale e quindi non sarebbe né infettivo, né epidemico.

Si tratta comunque di una malattia neurodegenerativa rara, che conduce ad una forma di demenza progressiva fatale. Colpisce una persona, massimo due, su un milione all’anno.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*