Opere nei 300 metri dalla battigia: sigilli della Guardia Costiera

OTRANTO- I militari della Capitaneria di porto, al termine delle indagini svolte su un villaggio turistico in località “Santo Stefano” , hanno apposto i sigilli su alcune strutture ubicate in aree demaniali marittime in concessione prive dei titoli urbanistici autorizzativi.
I militari hanno posto sotto sequestro opere edilizie occupanti un totale di circa 600 mq, e denunciato a piede libero il direttore della struttura ricettiva al quale è stato anche contestato, come ipotesi di reato, il deturpamento di bellezze naturali.

In particolare, è stata riscontrata una passerella avente come struttura portante una intelaiatura i cui tubi verticali in acciaio erano stati installati direttamente sul banco roccioso del fondale marino ed una pedana ancorata al substrato roccioso.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*