Gabellone blinda la Celestini srl: ricavi per 2,5 milioni

LECCE- Incassati già quasi 2,5 milioni di euro e altre manifestazioni di interesse sui beni inseriti nella nuova asta potrebbero essere promettenti: Antonio Gabellone blinda la Celestini srl, la società di cartolarizzazione voluta dalla Provincia di Lecce per la vendita del suo patrimonio immobiliare.Su questa, qualche giorno fa, quattro consiglieri di opposizione avevano presentato esposto per chiedere di verificare il presunto danno erariale derivante dalla sua mancata soppressione. Sulla correttezza del suo mantenimento, è stato chiesto parere agli uffici e nel frattempo la società resterà, in attesa della definizione di una partecipata unica a cui si sta lavorando e che dovrebbe essere attivata a cavallo con il nuovo anno.

Proprio dal procuratore della Corte dei Conti, nelle prossime ore, Gabellone andrà per metterlo a conoscenza, anche come presidente regionale dell’Upi, della situazione di difficoltà derivante dal limbo in cui le Province sono state ricacciate, mentre il 28 incontrerà il governatore Emiliano per “condividere il dramma”.

Sulla Celestini, ad ogni modo, nessun passo indietro. Lo stato di salute della Celestini è stato ripercorso dall’amministratore unico, Salvatore Scarciglia: “dopo i primi esercizi con andamento negativo, dovuto soprattutto alle difficoltà iniziali, il bilancio chiuso al 31/12/2014 presenta un utile amministrativo di Euro 7.815,13. E’ stato quasi completamente azzerato il prestito iniziale di Euro 6 Milioni verso Unicredit”. Tra il 2013 e il 2014 sono stati venduti sei lotti di palazzo dei Cassinesi e il Castello Pio di Casarano. Il 13 luglio scorso è stato pubblicato il nuovo Avviso d’asta, con scadenza 10 settembre, per la vendita dei restanti lotti dei Cassinesi, per la “Questura”, per il complesso la “Badessa”. Inoltre, è stata interessata la INVIMIT per il conferimento a questa degli immobili condotti in fitto passivo dallo Stato (Questura e TAR).

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*