Spiagge libere sicure, il Comune di Salve respinge le accuse: “Noi un modello”

SALVE- “Le spiagge di Salve sono le uniche spiagge libere dotate di torrette, bagnini, cassetta medica di pronto soccorso e defibrillatori”. Il sindaco Vincenzo Passaseo respinge le accuse mosse da un turista per il tramite dello sportello dei diritti e rivendica il “Modello Salve”. Tre torrette sono già operanti tra posto vecchio e Pescoluse e una quarta sarà attiva a breve a Torre Pali. Su ogni torretta ci sono due operatori, di cui uno e a volte due sono bagnini. Quella centrale ha a disposizione un barchino proprio, per le altre due invece è stata stipulata convenzione con un noleggiatore. È un servizio per cui il Comune impegna ogni anno circa 20mila euro. Di proprietà dell’ente c’ è anche un gommone di sei metri, a disposizione di protezione civile e capitaneria di porto, dotato di barella.

Da qualche giorno è stato ottenuto infine un finanziamento per l’acquisto di acqua scooter per le uscite immediate e che sarà attivo nei prossimi giorni. Quest’anno, sono già state fatte 40 medicazioni, sette ritrovamenti di bambini e il salvataggio in acqua di una signora di 47 anni, il 5 luglio. 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*