Cartelle Soget senza visto del dirigente annullabili: la sentenza della Commissione tributaria

LECCE- I concessionari non possono agire senza un controllo formale e diretto: con questo assunto la Commissione Tributaria di Lecce, sezione V, presieduta da Alfredo Lamorgese, ha annullato una cartella Ici di 4 mila euro. SO.GE.T. SPA di Pescara, concessionario del Comune di Lecce a cui sono state commissionate tutte le ingiunzioni sull’Ici, ora rischia di vedersi annullare le ingiunzioni che non hanno il visto di esecutorietà del dirigente comunale incaricato. Si tratta della prima sentenza in Italia, che potrà incidere sulle casse dell’ente comunale. “Le concessionarie devono avere un controllo da parte dell’ente locale, non possono agire autonomamente, notificando un’ ingiunzione priva del visto del dirigente competente”: i giudici Tributari hanno accolto la tesi dell’avvocato Maurizio Villani.

“La previsione del visto, che si ha con la sottoscrizione dell’ingiunzione fiscale, è garanzia della regolarità dei ruoli nei confronti del contribuente: la sua mancanza determina la inesistenza dell’atto per difetto di un elemento essenziale dell’atto medesimo” – spiegano i giudici nella sentenza depositata venerdì scorso. Un verdetto che ha permesso di annullare l’ingiunzione di 4 mila euro che riguardava l’Ici richiesta a un leccese negli anni dal 2006 al 2010. La sentenza che afferma un principio importante, cioè che i concessionari non possono agire senza un controllo, potrebbe fare da apripista a una serie di sentenze dello stesso tenore.

Gaetano Gorgoni

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*