Lecce, ripescaggio in B più lontano. Toscano ideale per la panchina giallorossa

LECCE- La pubblicazione ufficiale dei criteri sui ripescaggi in serie B è quasi una doccia fredda per il Lecce. La società giallorossa da giorni coltivava la speranza di un ritorno in serie B dopo le ultime vicende del calcio scommesse che vedono coinvolto il Catania. La lettura dei criteri, però, che regola la classifica di ripescaggio farebbe perdere al Lecce il diritto di chiedere l’ammissione al campionato cadetto.

L’intoppo arriva al punto D4 dove si legge: “Le società che hanno subito sanzioni per illecito sportivo e/o per violazione del divieto di scommesse, scontate nelle stagioni 2013/2014 e 2014/2015, nonché le società che, al momento della decisione sui ripescaggi, abbiano subito sanzione per illecito sportivo e/o per violazione del divieto di scommesse da scontarsi nella stagione 2015/2016, saranno computate ai soli fini della redazione della classifica finale, ma saranno in ogni caso escluse dal ripescaggio”.

Questo è quanto dice il regolamento, ma la società leccese non lascerà nulla al caso e se ci sarà anche la minima possibilità la vorrà sfruttare. Intanto non è ancora stato scelto il nuovo allenatore. Il nodo potrebbe essere sciolto nelle prossime ore.

Il favorito sembra essere Mimmo Toscano. Il tecnico che ha portato il Novara in serie B è ancora legato alla società piemontese sebbene la stessa abbia scelto un altro allenatore. La separazione di Toscano dal Novara risulterebbe assai spinosa. Ecco perché il tecnico non ha ancora trovato un’altra panchina. Anche perché le richieste gli sono pervenute. Su tutte, quelle di Lecce e Ternana. La proposta del Lecce lo attrae, non meno quella che gli hanno messo sotto gli occhi i dirigenti della Ternana, piazza in cui Toscano ha lasciato un buon ricordo.

Il Lecce attende anche Toscano. Forse soprattutto lui nonostante al club leccese siano stati associati altri nomi. Per ultimo, quello di Mimmo Di Carlo reduce dall’esperienza sulla panchina del Cesena. Di Carlo non è riuscito a salvare i romagnoli, ma un suo ritorno a Lecce, da allenatore, sembra un’ipotesi molto remota. Resta in lizza Carmine Gautieri anche lui vincolato ad una società, in questo caso al Livorno. Sia quello di Toscano sia quello di Gautieri sono due tecnici che corrispondono al profilo delineato dalla dirigenza e in particolar modo da Stefano Trinchera e Romualdo Corvino, nella veste di consulente di mercato, che stanno lavorando alla formazione del nuovo organico. Meno forte appare in questo momento la candidatura di Antonino Asta, nella passata stagione al Bassano che ha perso la finale play off con il Como.

L’annuncio potrebbe arrivare nelle prossime. Se così non fosse sarà sempre più scontato che il Lecce ha già blindato il proprio tecnico, al quale toglierà i veli dopo aver risolto tutte le problematiche (non dipendenti dal Lecce) che non hanno permesso di annunciarlo prima.
In questi giorni la società ha lavorato principalmente sulla figura del tecnico, ma non solo. In attesa di sciogliere i dubbi sul nuovo allenatore ha avviato contatti anche con diversi calciatori che potrebbero far parte della nuova “rosa”. Un lavoro sottotraccia. E non potrebbe essere altrimenti poiché tra una settimana l’inizio della nuova stagione è alle porte con il ritiro pre campionato. Si annuncia una settimana intensa, ricca di novità. Insieme al nuovo allenatore sarà annunciato il team manager, oltre allo staff tecnico al completo.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*