Lutto nel mondo della cultura salentina, è morto Antonio Cassiano

LECCE- Lutto nel mondo della cultura salentina. Si è spento all’età di 70 anni,  Antonio Cassiano, per anni direttore del Museo provinciale “Sigismondo Castromediano” di Lecce e   docente di Storia dell’Arte medioevale presso la facoltà di Beni culturali dell’Università del Salento sino al 2010.

Un amore così grande per il “suo” Museo, per la cultura, per il Salento. Chi ha conosciuto Tonino Cassiano oggi piange la scomparsa di una persona straordinaria, che ha lasciato segni indelebili e profondi”- Così Roberta Lomonaco Capo Ufficio Stampa Provincia di Lecce.

Cassiano ha insegnato  Museologia alla Scuola di Specializzazione in Archeologia della stessa Università, ha curato i cataloghi e gli allestimenti di mostre come II Barocco a Lecce e nel Salento; Scultura dell’età barocca tra Terra d’Otranto, Napoli e La Spagna; Puglia, Manierismo e Controriforma; La scultura in cartapesta; Echi caravaggeschi in Puglia; Arte in terra d’Otranto tra Ottocento e Novecento, e le mostre monografiche di Suppressa, Delle Site e Gioacchino Toma. Ha inoltre allestito le mostre sulle scenografie, i costumi e gli abiti di Renato Balestra e di Franco Zeffirelli . Nel  2011 ha anche allestito e presentato a Stoccarda, in Germania, una mostra per i 150 anni dell’Unità d’Italia.

Da qualche anno era entrato in pensione e nonostante i suoi problemi di salute, ha continuano nel suo piccolo a lavorare a molti progetti sulla storia del territorio. 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*