Interrogazione parlamentare Pd: “Con le trivelle a rischio ecosistema: la Puglia ha già dato”

BARI- I parlamentari pugliesi del Pd hanno depositato un’ interrogazione ai Ministeri dell’Ambiente, dello Sviluppo Economico e della Difesa per sapere quale sia, ad oggi, lo stato dell’arte relativamente alla messe autorizzativa per la ricerca e le prospezioni in Adriatico finalizzata alla coltivazione di idrocarburi e soprattutto se non sia opportuna e necessaria una intesa con gli altri paesi del corridoio adriatico “a tutela dell’ambiente marino e costiero, a salvaguardia dell’unicità di quell’ambiente e degli sforzi sviluppatisi negli anni verso un turismo di qualità”.
L’interrogazione vuole mettere in luce che “sotto il profilo prettamente energetico, la Puglia contribuisce in modo rilevante al bilancio energetico nazionale pagando un prezzo altissimo in termini di tutela e salvaguardia territoriale, di minacce alla salute delle popolazioni, di aumento dell’incidenza tumorale”, e come oltre alla minaccia per l’ecosistema marino in questo caso si sommi anche il rischio ordigni inesplosi come per altro ha riconosciuto anche il Governo per voce della Sottosegretaria all’Ambiente Silvia Velo rispondendo ad una precedente interrogazione presentata dall’On. Salvatore Capone. Insomma, per i parlamentari pugliesi la nostra regione ha già dato e le trivelle metterebbero in serio pericolo l’ecosistema marino.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*