Inchiesta case popolari, Pasqualini decide di non essere sentito

LECCE- Inchiesta sugli alloggi popolari a Lecce. Oggi doveva essere la volta dell’ascolto, da parte della Guardia di Finanza, dell’assessore comunale alla mobilità Luca Pasqualini, che però ha deciso di non essere sentito.
Ieri è stato ascoltato per 5 ore, negli uffici della tributaria in piazzetta dei Peruzzi, il vicepresidente -in quota PD- del consiglio comunale, Antonio Torricelli.

Delibere, determine e altri atti sono sotto la lente degli inquirenti, che dopo le perquisizioni domiciliari, aziendali e negli uffici comunali , l’8 giugno scorso, hanno fatto sequestrare anche i pc dei quattro indagati (gli altri due sono l’assessore Monosi ed il dirigente dell’Ufficio Patrimonio Pasquale Gorgoni).

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*