Nardo’ prepara il D-Day

NARDO’- Atto conclusivo nel campionato di Eccellenza con la finale di ritorno tra Nardò e Scordìa. La partita si giocherà in terra salentina e si ripartirà dallo 3-0 della sfida di andata in favore del Nardò e maturato in casa dei siciliani. Con questo risultato la squadra granata ha messo i sigilli sulla promozione in serie D sfuggita durante la stagione regolare e che ha visto premiata la Virtus Francavilla.

A Nardò si respira un clima di grande attesa per la partita che sancirà il ritorno nel massimo campionato dilettanti. Nonostante il netto risultato fatto registrare fuori casa il tecnico del Nardò Ragno ha cercato di far mantenere alla squadra la concentrazione giusta. Anche se favoriti, Ragno vuole che i suoi ragazzi scendano in campo con la tensione delle partite decisive.

Tra gli ospiti non ci saranno gli squalificati Zumbo e Ousmane. In settimana il presidente Fanuli ha lanciato un appello affinché lo stadio Giovanni Paolo II sia una bolgia, ma sarà certamente così poiché anche durante la stagione la tribuna dello stadio neretino ha fatto registrare sempre il pienone assicurando alla squadra la carica necessaria per affrontare ogni pericolo. Non saranno presenti tifosi catanesi, ai quali è stata vietata la trasferta come è successo ai sostenitori neretini per la partita di andata.

L’arbitro della partita sarà Adalberto Fiero della sezione di Pistoia. I suoi assistenti saranno Spiniello di Avellino e Rotondale di L’Aquila. Fischio d’inizio alle 17.

Ci sarà spazio anche per la solidarietà poiché la società granata sosterrà l’Associazione Nazionale Tumori. Una maglia del Nardò con il numero 10, autografata da tutta la squadra, sarà sorteggiata prima del calcio di inizio. ll biglietto, per poter partecipare all’estrazione, potrà essere acquistato con un’offerta minima di € 1,00 e l’intero ricavato sarà devoluto all’ANT.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*