Cronaca

Scarti di demolizione senza autorizzazioni: il Noe sequestra tre aree sulla Lecce-Novoli

LECCE- A far scattare il controllo è stato l’esposto presentato da un gruppo di cittadini. I carabinieri del NOE -Nucleo operativo ecologico- hanno effettuato un controllo ambientale sulla provinciale Lecce-Novoli, presso un impianto operante nel settore edile, nella produzione di calcestruzzo, nell’estrazione di materiali di cava e nella messa in riserva  di rifiuti speciali non pericolosi per il successivo recupero; i militari hanno sottoposto a sequestro preventivo d’urgenza tre aree interne alla struttura, estese per complessivi settemila metri quadrati, sulle quali, senza autorizzazioni, erano stati abbancati rifiuti speciali. Bitume, terra e rocce da scavo ed inerti scarti di demolizioni. Non solo: sulle aree erano state anche sversate le acque del lavaggio delle betoniere e quelle di dilavamento dei piazzali.

Un dirigente della societa’ proprietaria dell’azienda è stato quindi segnalato alla Procura della Repubblica di Lecce. L’ipotesi di reato è deposito incontrollato e smaltimento illecito di rifiuti speciali non pericolosi sul suolo e nel sottosuolo.

Articoli correlati

Rogo nella villa di Massimo Ferrarese

Redazione

Una domenica al museo, bambini e famiglie tra i segreti del Castromediano

Redazione

Auto si ribalta, tre ragazze salve per miracolo

Redazione

Morte in Cardiochirurgia al Fazzi e ira dei parenti. L’Asl: inaccettabile

Redazione

Il maltempo non si ferma: è la giornata più difficile

Redazione

Covid, in Puglia superati i 2mila casi. Nel Salento +64 contagi e 3 decessi. A Maglie muore il farmacista

Redazione