Lecce, settimana di valutazioni e contatti. Giovedi sera il confronto a Piazzagiallorossa

LECCE- Adesso la partita entra nel vivo, le carte sono tutte sul tavolo e non resta altro che scoprirle. Tutto dipende dagli attori protagonisti nella vicenda cessione dell’Us Lecce, dalla volontà di aspettare il momento giusto o di aspettare le mosse degli altri. Attorno allo stesso tavolo sono seduti il presidente Savino Tesoro, la cordata leccese con riferimento nell’imprenditore Amorino Ingrosso, la cordata laziale riunitasi sotto l’abile e attenta regia dell’avvocato Saverio Sticchi Damiani. All’angolo solo per il momento anche il senatore Vincenzo Barba pronto a subentrare e ad offrire il supporto suo e di altri imprenditori a lui vicini, a chi voglia garantire un futuro del calcio a Lecce senza dimenticare che in prima battuta l’invito dell’imprenditore gallipolino è stato rivolto all’attuale patron giallorosso.

Ma cosa potrebbe accadere? Tutto e niente, nel senso che finchè non ci saranno contatti ufficiali difficilmente si comprenderanno bene le intenzioni ad intavolare trattative vere e proprie. Indiscrezioni riguardano la cordata laziale che supportata dal sostegno dell’avvocato Sticchi Damiani, persona molto vicina alla società, starebbe valutando la documentazione relativa ai debiti e crediti della società di Tesoro. Passaggio chiave per decidere in quale direzione andare. Secondo quanto dichiarato dalla stessa società i numeri in questo senso sono chiari. Il Lecce avrebbe 4.200.000 euro di debiti con erario, dipendenti, tesserati, banche, fornitori e Lega e vanterebbe crediti per un totale di 3.670.000 di euro tra Lega, Erario e clienti vari. Un disavanzo dunque di 530 mila euro.

Una partita quindi quella che si sta giocando, piu’ o meno a fari spenti, tra luci ed ombre, che adesso si svolgerà basandosi sulle reali intenzioni dei soggetti interessati che dovranno fare le proprie mosse tenendo conto del tempo che stringe. In attesa che qualcosa si muova concretamente si avvicina il giorno in cui parte dei protagonisti, rientrati gioco-forza nella vicenda della cessione dell’Us Lecce, si incontreranno negli studi di Piazza Giallorossa per un confronto faccia a faccia che metterà a nudo le ragioni di ognuno. Un chiarimento a 360 gradi che potrebbe fare un po’ di chiarezza a proposito dei  rapporti intercorsi e anche delle polemiche sorte a distanza. Chi ha a cuore le sorti del Lecce, i tifosi, avranno, si spera, le idee un po’ piu’ chiare su uno scenario che a breve potrebbe riservare nuovi risvolti.

 
Ottica Salomi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*