Politica

Storace lancia bordate: “E’ Poli Poltrone, ha tradito come Fini”

LECCE- C’era un tempo in cui Alleanza Nazionale, Fini al vertice delle classifiche di gradimento tra i leader nazionali, era il polmone destro del Polo delle Libertà, poi divenuta Casa dei moderati, tutti gli eredi di Giorgio Almirante sotto lo stesso tetto a presidiare l’area post missina con Silvio Berlusconi saldamente al timone della nave del centrodestra.
Oggi, senza Fini e senza An, e con Forza Italia in cerca di un nuovo corso come da tempo dichiara l’ex Cavaliere guardando ai repubblicani americani, il riposizionamento in varie formazioni degli uomini già espressione della Fiamma missina li porta a scontrarsi anche duramente.

E’ il caso, ultimo di una lunga serie, tra vari protagonisti, dell’attacco rivolto ad Adriana Poli Bortone da Francesco Storace, a Lecce per sostenere Pierpaolo Signore candidato con Fratelli d’Italia a supporto della candidatura alla Presidenza della Regione di Francesco Schittulli.

Già presidente della Regione Lazio e ministro della Sanità con Berlusconi a Palazzo Chigi, Storace lancia bordate contro l’ex sindaca di Lecce, ribattezzata “Poli Poltrone: “Ha provocato un danno enorme – ha accusato Storace – la sua candidatura ha prodotto lo stesso effetto di quando ci abbandonò Fini, sentendoci traditi da una personalità importante che si fa irretire da una candidatura, un fatto molto grave”, convinto che la sua discesa in campo favorisca il candidato di centrosinistra Michele Emiliano.

“Alla sua rispettabile età – ha proseguito l’ex ministro – credo si debba avere il dovere di presentare facce nuove”. “Io ho 56 anni, ma non credo di dover arrivare a chissà quanti anni per fare ancora politica e mi piace già oggi cercare volti nuovi. Guai a pensare in termini di eternità”. E ironizza sul fatto che Poli Bortone possa rappresentare il popolo della destra: “L’ultima volta che si è candidata alle Regionali lo ha fatto con l’Udc”, punzecchia.

Infine apre alla nuova avventura politica di Raffaele Fitto, sotto le insegne della neo nata “Conservatori e riformisti”: “Ha dimostrato un coraggio grandissimo – ha sottolineato Storace – poteva fare un’intesa con Berlusconi, invece ha dato un segnale molto importante e per questo serve coraggio”.

Giorgio Demetrio

Articoli correlati

Poli incontra i commercianti e residenti di Santa Rosa

Sergio Costa

Salvemini: “andiamo avanti ascoltando la gente”

Sergio Costa

Premio di maggioranza e anatra zoppa: ecco lo scenario

Sergio Costa

Poli Bortone e Salvemini pronti alla sfida del ballottaggio

Sergio Costa

Salvemini: “Pronto al ballottaggio, mai parole irrispettose verso la candidata Poli”

Redazione

Poli: tra lo scrutinio anomalo e le scorrettezze degli avversari

Redazione