Lecce, nulla si muove all’orizzonte

Ottica Salomi

LECCE- E’ trascorsa poco piu’ di una settimana dall’ultima gara di campionato, quella partita giocata con la Vigor Lamezia che ha sancito il verdetto di fine stagione per il Lecce. Un verdetto amaro, difficile da digerire e che al momento non ha avuto clamorosi risvolti se non quello che vedere la squadra regolarmente allenarsi, anche se a ritmi blandi e ranghi ridotti, nel corso della settimana nonostante all’orizzonte non ci fossero impegni di calcio giocato.

“Era nell’accordo intrapreso con la società – ha detto Bollini – allenarsi per la settimana successiva al campionato”. Accordo che pero’ è scaduto sabato scorso con il tecnico già proiettato a salutare il Salento per le vacanze estive in attesa del suo futuro, con o senza Lecce al quale è legato da un contratto fino al 2016. Negli ultimi giorni la società inoltre ha avuto una serie di incontri, confermati dallo stesso Bollini, con alcuni giocatori.

Obiettivo valutare ogni singola posizione, soprattutto quella dei calciatori legati al club ancora da contratto e non in scadenza, per trovare un accordo di massima. Il Lecce infatti resta in vendita, le condizioni per la cessione al momento sembrano non aver trovato risposte concrete ma solo tentativi di interessamento finalizzati solo a se stessi ma nulla di concreto. Una situazione che potrebbe spingere il presidente Savino Tesoro a convocare una conferenza stampa per fare chiarezza sull’attuale momento e su quello che di vero c’è tra le tante indiscrezioni che caratterizzano il discorso della vendita della società.

Restano in piedi, ma sono voci non sono confermate, poche piste al momento, ma siamo sempre nel ramo delle ipotesi e non di trattative avviate. Nel futuro del Lecce potrebbe esserci un imprenditore laziale con interessi nel settore della plastica, e forse questa sarebbe una situazione piu’ credibile di tante altre che sembrano morire sul nascere. E’ tramontata quasi definitivamente la pista Ferrero, il presidente della Samp sembra essersi disinteressato del Lecce con la stessa velocità con cui si era innamorato su spinta del ds Carlo Osti. Ma ora cosa accadrà? Le prime scadenze si avvicinano e non si muove nulla all’orizzonte, ci sono troppi punti interrogativi e troppe incognite da risolvere. I tifosi si aspettano una risposta, si aspettano di vedere qualcosa. Stessa cosa vale per la società che si aspetta mosse concrete da parte di possibili acquirenti che non cerchino facile pubblicità o vetrine mediatiche da sfruttare. Intanto guardando al campionato ed in particolare al girone di appartenenza del Lecce, il Benevento chiamato in virtù del secondo posto in classifica conquistato a disputare i play off, è stato eliminato nel primo turno con la gara secca contro il Como. Sconfitta mal digerita dal presidente Vigorito che ha deciso di mollare il timone della società. Dunque i campani restano in Lega Pro confermando, tale risultato, che nulla puo’ essere considerato scontato nel calcio, men che meno in Lega Pro.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*