Ironia elettorale, c’è chi invita ad un voto alternativo: “Mammata”

LECCE- Totò in un suo noto film invitava i cittadini attraverso un artigianale megafono, e dalla sua abitazione, a votare per un candidato che già dal nome doveva tutto: “Vota Antonio La Trippa”.

Gli anni passano ma anche i detti affermano, da sempre, che “non c’è trippa per gatti” e dalle nuove tecnologie passando dalle televisioni si giunge alle plance elettorali, piccole e grandi, su cui ammirare i faccioni dei vari candidati.

Se i famosi sei per tre infastidiscono molti cittadini, specie quando questi sono affissi in modo selvaggio, nelle ultime ore sui social, grazie al solito, geniale “Il Salento XIX”, a Lecce impazza sui manifesti elettorali un inusuale invito elettorale: “VOTA MAMMATA”!

Come dire: una candidata super partes, perché “iddhra sape”. Anche il premier, armato dell’ormai celebre lavagnetta, esorta a votare la mamma. E ancora: “se non hai alternative, vota lei”. E, se costretti a scegliere tra il padre e la sorella, sembra arrivare da Taviano l’invito a dare il voto alla terza pretendente. Sempre lei. La genitrice.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*