Udc Gallipoli dopo le dimissioni del Sindaco: “Attaccamento ad una poltrona poggiata sul nulla”

GALLIPOLI- All’indomani del terremoto annunciato che ha scosso palazzo Balsamo con le dimissioni del sindaco di Gallipoli Francesco Errico, l’Udc della città bella parla di “aspettative e speranze deluse e mortificate”.
Il consigliere nazionale e comunale UDC Luigi Caiffa ed il consigliere comunale Giancarlo Padovano scrivono:”Umanamente comprensibile lo sfogo da parte del Sindaco, ma consequenziale e sintomatico di chi, purtroppo, sapendo della disponibilità di nove consiglieri comunali, tre di maggioranza (Caiffa, Padovano e Carroccia) e di tutta la minoranza (Suez, Solidoro, Barba A., Di Mattina, Chianella e Cataldi) compatta sulla scelta di porre fine al suo mandato, dimostra invece il contrario di quanto sostiene.

L’esclusivo attaccamento ad una poltrona poggiata ormai sul nulla, gli ha impedito di ben guardare ad una attività politico amministrativa che, essendo appannaggio di pochi “fedelissimi”, si è rivelata inefficace, inconcludente e fallimentare. Sarebbe bene ricordare al Sig. Sindaco dimissionato, che i “nulla facenti” a suo dire, che oggi lo hanno costretto alle dimissioni, sono gli stessi che ieri fecero “comodo”, per fargli vincere le elezioni nel 2012.

Una Vittoria pretesa da tantissimi insieme a noi che confidarono in una svolta culturale e generazionale che tesa a ben governare per costruire un futuro diverso per la nostra amata città” e rispondono all’accusa di aver organizzato incontri “carbonari:

“Aspettative e speranze deluse e mortificate sulla base, non di “riunioni carbonare” caro Sindaco, ma su quanto ormai da tempo viene perpetuato da lei, e da una “combriccola d’occasione”, ai danni di Gallipoli e dei gallipolini”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*