28 migranti stipati in uno scafo, all’alba l’inseguimento e poi l’arresto

BRINDISI –Un piccolo scafo, in balia del mare, per tutta la notte. A bordo invece ci sono 28 persone: 20 uomini, 4 donne e 4 bambini. Erano nascosti sottocoperta, sono sbucati fuori quando i mezzi della guardia di finanza sono riusciti a bloccare l’imbarcazione. Perché la persona alla guida aveva tutta l’intenzione di fuggire. Alla vista dei militari ha accelerato, ma è stato tutto inutile.
In questo video tutte le fasi del fermo e del soccorso avvenuto nella notte a circa 10 miglia al largo di Torre Canne, nelle acque di Brindisi. Lo scafista è stato arrestato: è un italiano di 62 anni di la Spezia.

I migranti probabilmente siriani e iracheni. Sono stati fatti salire a bordo delle motovedette e portati a Brindisi. Anche nella notte il canale d’otranto è stato solcato dai migranti e pattugliato dalle unità del Reparto Operativo Aeronavale di Bari e del Gruppo Aeronavale di Taranto, Centro di Coordinamento Locale Frontex per l’operazione “TRITON 2015”.

I militari sono saliti a bordo del potente motoscafo, la cui linea di galleggiamento era insolitamente bassa, ed hanno scoperto il carico umano. Le accuse per lo scafista, sono di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*