Aggredita mentre faceva jogging: imputato assolto “riconoscimento non secondo legge”

GIURDIGNANO- “Non aggredì una donna mentre faceva jogging”. Un 40enne di Giurdignano è stato assolto dall’accusa di violenza sessuale per non aver commesso il fatto. L’episodio risale al novembre del 2011. Era un sabato mattina ed una donna stava facendo jogging in una strada di campagna tra Otranto e Giurdignano, quando fu aggredita alle spalle da un uomo che le cinse il collo con il braccio e le strofinò il viso sul collo. La donna riuscì a divincolarsi e scappare, sferrandogli una gomitata e allontanandosi immediatamente correndo verso la propria auto. Poi la vittima incontrò un contadino, al quale chiese se conoscesse un uomo dalla corporatura robusta con una vespa 50 di colore nero.

La vittima sporse denuncia nel commissariato di otranto. Intanto la polizia fermò un uomo che corrispondeva alla descrizione. I due si incontrarono in commissariato e la donna disse di riconoscere nel fermato l’aggressore, che fu accusato di violenza sessuale. Ora l’uomo, difeso dall’avvocato Sergio Santese, è stato assolto dalla seconda sezione penale del Tribunale di Lecce. Il Tribunale ha stabilito che il successivo riconoscimento della vittima all’interno del Commissariato fosse del tutto insufficiente e che non potesse considerarsi ricognizione di persona perché non eseguito a norma di legge.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*