Lecce-Foggia, vincere o addio Play off

LECCE- Dentro o fuori. Per continuare a sperare il Lecce deve vincere il derby di domani contro il Foggia, al Via del mare. Complici anche gli ultimi risultati della squadra giallorossa la prevendita è stata fiacca. A quattro giornate dalla conclusione della stagione regolare la formazione leccese avrebbe meritato ben altro seguito, ma la formazione di Bollini fatto poco o nulla per meritarsi questo. Basti pensare all’ultima sconfitta contro il Melfi, la quarta esterna consecutiva della gestione Bollini, per capire che questa squadra non è riuscita a svoltare neppure con Bollini alternando buone partite in casa a deludenti prestazioni lontano dal Via del mare. Contro il Foggia il Lecce è al bivio: o vince e continua a sperare oppure addio sogni di serie B sia pure attraverso i play off. Molto dipenderà pure dai risultati delle concorrenti in corsa per i play off, ma il Lecce deve vincere le ultime quattro partite, a prescindere.

Il tecnico Bollini dovrà rinunciare ancora al suo bomber principe Davide Moscardelli: quella dell’attaccante è un’assenza pesantissima. L’allenatore giallorosso sta pensando a Fabrizio Miccoli per la sua sostituzione. Bisognerà vedere, però, come Bollini disporrà la squadra anti Foggia. L’assenza dell’altro squalificato, Vinetot, dovrebbe indurre Bollini ad abbandonare l’idea del 3-5-2, ma nel reparto difensivo potrebbe dirottare Sacilotto. Mossa che sarebbe possibile anche perché il brasiliano ha già giocato sulla linea arretrata. Inoltre, la sua presenza a centrocampo non sembra più Di Chiara. Entrambi hanno scontato le rispettive squalifiche. Insomma, 4-3-3 o 3-5-2? In un modo o nell’altro la presenza di Miccoli dal primo minuto sembra scontata. Il capitano potrebbe agire alle spalle di Gustavo e Doumbia, frecce rapide per mettere scompiglio nella difesa foggiana.

A centrocampo Papini è inamovibile nel suo ruolo di regista. Ai suoi fianchi Salvi e uno tra Herrera e Bogliacino. Se sarà ancora 3-5-2 il rientrante Mannini e Lopez saranno gli esterni di centrocampo e di difesa in fase di copertura. Il Foggia di De Zerbi si presenterà a Lecce senza gli squalificati Gigliotti e Sarno (che con una doppietta all’andata stese il Lecce), ma con i recuperati Maza, Potenza e Iemmello, quest’ultimo capocannoniere della formazione rossonera con 14 gol, senza calci di rigore.Arbitrerà la partita Serra della sezione di Torino. Fischio d’inizio alle 16.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*