Appalti e tangenti, si è costituito l’ultimo ricercato

CELLINO SAN MARCO- Si è costituito l’ultimo ricercato coinvolto nell’operazione dei carabinieri ‘Do ut des’. Si tratta di Francesco Francavilla 35enne di Cellino San Marco.
Il terremoto giudiziario risale allo scorso 10 aprile. Ha portato all’arresto dell’ex sindaco Cascione, dei suoi assessori, funzionari e imprenditori. L’operazione ha raggiunto anche Lecce con l’ordinanza di custodia cautelare per gli imprenditori Tommaso Ricchiuto, titolare della Igeco,Bruno Alfredo Bruno, di Calimera, geometra della Igeco e Antonio Vincenzo Fasiello, di Strudà, dipendente del Genio civile.

I reati contestati sono contro la pubblica amministrazione:associazione per delinquere, peculato, corruzione, turbata libertà degli incanti e calunnia. Secondo gli inquirenti l’ex sindaco era a capo di una organizzazione criminale che pilotava sistematicamente gli appalti ed i concorsi comunali, in cambio di tangenti.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*