Terrore a scuola, crolla l’intonaco del solaio: due bambini feriti. A Brindisi incendio all’istituto alberghiero

OSTUNI/BRINDISI- Terrore in una scuola primaria di Ostuni: è crollato l’intonaco del solaio in un’aula, quella che ospita la seconda E, e due bambini di 7 anni sono stati colpiti da calcinacci e portati d’urgenza in ospedale. L’istituto è l’Enrico Pessina, ristrutturato di recente e inaugurato a gennaio. Il sindaco Coppola fa sapere che i bambini hanno riportato ferite lacero-contuse e che sarà una commissione d’inchiesta a capire cosa e perché sia accaduto. L’edificio era stato inaugurato nel 2015 dopo quattro anni di chiusura per lavori di ristrutturazione. Le famiglie sono in allarme. Il sostituto procuratore di Brindisi, Pierpaolo Montinaro, ha disposto il sequestro dell’intero immobile. Mentre i bambini erano intenti a incollare le schede di matematica sono stati travolti dai pezzi d’intonaco: ne sono venuti giù 5 metri quadrati spessi tre centimetri.

L’edificio si trova nel centro di Ostuni. Il Comune ha contratto un mutuo di 1 milione 360 mila euro per risolvere la difficile situazione dei solai di questa vecchia scuola e tutto sembrava in ordine. L’impresa Palmiro Brocca di Lecce (su progetto dell’ing. Salvatore Molentino e dell’architetto Stefania Farina) ha realizzato gli interventi di adeguamento alle norme di sicurezza e risanamento igienico-sanitario e strutturale della scuola. L’impresa salentina, però, fa sapere che non si è occupata dell’intonaco, ma solo del rustico: è stata un’altra impresa a fare il lavoro di rifinitura, come spiega al telefono il titolare.

Di tutt’altra natura il motivo per cui non sono entrati in classe gli studenti dell’istituto alberghiero Sandro Pertini di Brindisi: qualcuno, nella notte, ha incendiato la scuola. Entrando da una finestra che hanno forzato, hanno appiccato il fuoco ad un generatore elettrico, probabilmente usando del liquido infiammabile. Danni ingenti e aule impraticabili.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*