Lecce, modulo e formazione top secret

Ottica Salomi

LECCE- Modulo e formazione top secret. Il Lecce non svela i suoi segreti alla vigilia del match con il Melfi. Sedute di allenamento a porte chiuse per Bollini che evidentemente è consapevole dell’importanza del risultato della gara in chiave classifica e dunque non vuole assolutamente farsi trovare impreparato a qualsiasi evenienza. In campo i giocatori che stanno meglio e capaci di interpretare al meglio l’atteggiamento tattico e mentale che il tecnico chiede per questa difficile partita. L’importanza del match è dettata dalla necessità dei giallorossi di vincere a tutti i costi per lanciarsi nella volata play off nelle ultime cinque giornate. Nessun passo falso è concesso da qui in avanti e non solo per la squadra di Bollini che tiene costantemente sotto pressione anche le dirette concorrenti. Melfi, Foggia, Martina, Ischia e Lamezia sono i gradini che il Lecce deve scalare prima di conoscere il verdetto della stagione regolare. Rispetto alla partita giocata e vinta al Via del Mare, mister Bollini ha a disposizione anche Mannini, giocatore eclettico dal punto di vista tattico che potrebbe trovare spazio rivelandosi determinante anche in una eventuale variante di modulo. L’idea di base è che il tecnico possa riproporre il 3-5-2 che ha permesso di superare i sanniti nell’ultimo turno e che peraltro senza un attaccante di riferimento come Moscardelli permette di nascondere un’assenza così pesante. Miccoli che ha smaltito l’infortunio che lo ha bloccato dalla gara di Catanzaro in poi, potrebbe partire dalla panchina.

Tante dunque le ipotesi che non possono trovare riscontro con la squadra che è stata “ovattata” dal tecnico da facili distrazioni. Lavoro intenso lontano da occhi indiscreti, l’impressione è che il tecnico stia tessendo una trappola per il prossimo avversario. Il Melfi sulla carta ha solo una grande insidia, le motivazioni che potrà tirare fuori la squadra di mister Bitetto lanciatissima all’inseguimento della salvezza che ormai sembra a portata di mano. Sul piano degli stimoli chiaramente anche il Lecce non difetta. Il Melfi è reduce da due vittorie consecutive in campionato ottenute in casa con il Barletta e in trasferta con la Casertana. Un buon biglietto da visita. Il Lecce è pronto a lanciare l’assalto, e il giocare a carte coperte da parte di Bollini rende l’attesa ancora piu’ intrigante.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*