Dopo il blocco di Francia, Xylella emergenza europea. Mercoledì il ministro a Lecce

randstad 1

LECCE- Da quando la Francia ha bloccato le importazioni delle piante di Puglia il fenomeno Xylella è diventato un caso internazionale che ora coinvolge il governo da vicino. E così Il ministro delle Risorse Agricole, Alimentari e Forestali, Maurizio Martina sarà mercoledì prossimo, 8 aprile a Lecce per rendersi conto con mano di quanto sta accadendo. Una visita che è la diretta conseguenza della decisione assunta dal ministro francese Le Foll.

Una decisione gravissima che inevitabilmente , una reazione a catena, un’emergenza che ha già oltrepassato i confini del Salento, della puglia e dell’Italia.Mercoledì Martina il ministro sarà in Puglia e a Lecce concluderà la sua visita, incontrerà il commissario Silletti, i sindaci dei comuni più colpiti e le associazioni degli olivicoltori.sarà accompagnato dai due parlamentari leccesi del Pd, l’on Salvatore Capone e il sottosegretario Teresa Bellanova. Intanto molti albergatori pugliesi hanno lanciato un ulteriore invito, questa volta allo stesso presidente francese Hollande, per trascorrere un weekend in una delle strutture turistiche della regione, immerse tra gli ulivi secolari.

La lettera, inviata all’Eliseo e all’ambasciata francese a Roma, è a firma del presidente di Federalberghi Brindisi, Pierangelo Argentieri. Solo così, si legge,Le massime autorità francesi potranno rendersi conto del grande patrimonio naturale e paesaggistico che gli alberi di ulivo secolari rappresentano non solo per il Salento, ma per l’Italia e per l’Europa intera”.

Presto, a nome di tutti gli albergatori salentini, in Francia arriverà un piccolo albero di ulivo “quale simbolo di questo patrimonio della storia del Salento, della Puglia e dell’Italia”, e si spera, considerato lo stop, che possa giungere a destinazione.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*