Cronaca

Casa popolare a Lizzanello, ancora nessun intervento rischi per gli inquilini

LIZZANELLO- Era il 19 febbraio quando, con le nostre telecamere, abbiamo denunciato la situazione di questa casa che si trova a Lizzanello, al civico 10 di via Benedetto Croce. È un palazzotto di edilizia residenziale pubblica, dell’ex Istituto Autonomo Case Popolari. 

Ci abita la famiglia De Masi che, pur ringraziando di avere un tetto sulla testa, lamenta disagi e danni in questo appartamento in cui vive da 15 anni. Sembra che le pareti, ed il soffitto in più punti, soprattutto in bagno, stiano per venire giù. Ci sono finestre e porte rotte “E nessuno ci ascolta” ci dissero. Ma più ancora che casa De Masi, quello che preoccupa tutti si trova all’esterno: a terra c’è una grata divelta. Un bambino rischia di precipitare. Questa specie di transenna non serve a nulla.

Il giorno dopo la messa in onda del servizio, ci fu il sopralluogo di un tecnico. Ma sono passati quasi due mesi e niente è cambiato. Abbiamo chiamato il sindaco Giovannico e parlato, in vivavoce, con l’intera giunta comunale. Gli assessori hanno detto di aver interessato i servizi sociali, che conoscono bene la situazione della famiglia De Masi, ma che la gestione del palazzo è appannaggio dell’ex Iacp.

Per questo si impegnano a sollecitare l’amministratore condominiale. Abbiamo allora fatto presente che quel buco è pericoloso per ogni bambino di Lizzanello e non solo per chi abita lì. Ecco perché il comune si è impegnato a predisporre un sopralluogo dei vigili urbani. “L’area condominiale non è di nostra competenza ma, mossi dal buonsenso -dicono dal Comune- monitoreremo la situazione”.

Articoli correlati

Musica troppo alta senza autorizzazioni: denunciato barista

Redazione

Ecotassa, Perrone a Blasi: “Protegga i pugliesi dai rischi che il governo regionale sta facendo correre loro”

Redazione

Tragedia in garage, anziana muore investita dall’auto guidata dalla figlia

Redazione

Incendio distrugge friggitoria: mistero a Ugento

Redazione

Ilva, Pelillo alla Camera: “Lo Stato è debitore nei confronti di Taranto”

Redazione

La Finanza all’Asl, acquisiti gli atti per la nomina del Primario di Cardiologia. Melli: “Procedura trasparente, non mi faccio intimidire”

Redazione