Domenica di sangue: doppio mortale, perdono la vita un 36enne e un 39enne

LECCE – Nel primo pomeriggio, Davide D’Aquino era in sella alla sua Kawasaki quando è scivolato in prossimità di una curva lungo la strada che conduce a Collepasso, in contrada Palla, in campagna. I sanitari del 118 non hanno potuto far altro che constatare la morte, mentre la dinamica del sinistro, che non vede coinvolti altri mezzi, è al vaglio dei vigili urbani e dei carabinieri della compagnia del posto.Altra tragedia alle 3,30 del mattino sulla Lecce Vernole. Cosimo Melorio 39 anni di Lecce è morto dopo essere stato sbalzato fuori dall’abitacolo dell’auto. Nell’impatto con l’asfalto ha battuto la testa in modo gravissimo. Il corpo di Cosimo è rimasto per terra al centro della carreggiata, ed è stato evitato per un soffio dalla Punto condotta da una donna che viaggiava insieme al marito.

Nella manovra l’auto è uscita di strada, ma marito e moglie sono rimasti illesi. Per Cosimo Melorio invece non c è stato nulla da fare, nonostante i soccorritori del 118 abbiano tentato di rianimarlo. La dinamica è stata ricostruita dai carabinieri della stazione di Vernole. Il 39enne, artigiano, rientrava a Lecce a bordo di una Hyundai i20.

Per causa da chiarire, forse una distrazione, o un colpo di sonno, è uscito di strada ed ha percorso su due ruote una 20ina di metri, poi ha impattato contro dei cumuli di terra e delle pietre addossati sul ciglio della carreggiata per i lavori della Regionale 8. L’auto ha preso il volo, si è ribaltata più volte e lui è stato sbalzato fuori.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*