Twin Towers, il titolare: “Sequestro ingiusto”

LECCE-Il proprietario delle Twin Towers ha diffuso un comunicato stampa in cui spiega che il sequestro preventivo di buona parte del suo locale: “è un’ingiustizia enorme, che mette in strada anche 15 lavoratori, per impossibilità di operare”.“Alla base delle motivazioni contenute nel decreto di sequestro preventivo, emesso dal G.i.p. ed eseguito dalla Polizia Municipale con delega del Pubblico Ministero, mi viene contestato il fatto che il sottoscritto “avrebbe edificato dei manufatti in assenza di titoli abilitativi e senza la necessaria autorizzazione”.

“Prima vera assurdità- spiega Paolo Spalluto – visto che buona parte delle strutture in esame, le più importanti, sono state impiantate in rispetto a dei regolari permessi a costruire rilasciati dall’Ufficio urbanistico del Comune di Lecce. Per le altre precarie strutture in legno, presenti in giardino, delle quali mi è stata contestata l’edificazione abusiva, era stata presentata richiesta di edificazione in regime di Sanatoria. Mi si contesta, inoltre, il reato di abusivismo edilizio, ma in realtà si tratta di strutture amovibili e precarie di cui numerosi locali di Lecce ne hanno di simili. Cosa ancora più assurda è che già in passato il sottoscritto, per le medesime strutture e con lo stesso Capo d’Accusa, ha dovuto già subire, prima un sequestro preventivo similare in cui è stato costretto a demolire gli stessi manufatti in questione e poi un processo in cui è stato completamente assolto perché, come da sentenza del Giudice di allora, “il reato non sussiste”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*