Operazione Tam Tam, arrivano le condanne ma cade l’associazione mafiosa

LECCE- Cade l’associazione mafiosa per i 17 imputati nell’Operazione Tam Tam per i quali il procuratore aggiunto Antonio De Donno, nel processo celebratosi in abbreviato, aveva chiesto quasi due secoli di carcere.
Con l’operazione il 18 febbraio del 2014, la Squadra Mobile di Lecce e il commissariato di Taurisano smantellarono l’attività di due gruppi criminali accusati di traffico di droga, ma soprattutto di estorsione nei confronti dei lidi balneari della fascia tra S. Maria di Leuca e Ugento. La sentenza emessa dal giudice Brancato, assolve quindi tutti dall’associazione mafiosa. gli imputati difesi, tra gli altri, dagli avvocati Gabriella Mastrolia, Fasano e Presicce.

E queste sono le condanne:
10 anni per Stefano Ancora e Adamo Causo, 5 anni per Gregorio Leo, 8 anni per Daniele Manco, Carmelo Mauro e Antonio Perrotto e rocco Trecchi, 14 anni e 8 mesi per Tommaso Montedoro e rosario sabato. 6 anni per Ilario Venneri, con l’interdizione perenne dai pubblici uffici per tutti i condannati, solo per 5 anni per Sabrina Morciano. Assoluzione per cristiano cera, Alessandro Esposito, Michele Ferraro,Marco Antonio Giannelli, 31, di Parabita; Gregorio Leo, 50, di Vernole; Daniele Manco, 37, di Taurisano; Martina ntonio Manco, 42, di Taurisano; Carmelo Mauro, 44, di Taurisano;Tommaso Montedoro, 37, di Casarano; Sabrina Morciano, 29, di Ugento;  Antonio Parrotto, 37, di Casarano ; Enzo Sabato, di 39, di Casarano; Rosario Sabato, 37, di Taurisano;  Rocco Trecchi, 37, di Taurisano e  Ilario Venneri, 37, di Acquarica del Capo.

Gli imputati sono difesi, tra gli altri, dagli avvocati Gabriella Mastrolia, Fasano e Presicce.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*