Asl, burocrazia lumaca: 4 mesi per riavere denaro erroneamente versato

LECCE- Dovrà aspettare almeno 4 mesi perchè la cifra, erroneamente versata alla Asl di Lecce gli venga restituita. E’ infuriato un cittadino di 45 anni di Trepuzzi che nei giorni scorsi per rinnovare la sua patente di guida ha erroneamente versato più del dovuto, esattamente 30 euro e 99 centesimi in più. Accortosi dell’errore ha cercato di capire come poter fare per riavere i suoi soldi.

Dopo aver telefonato all’ufficio economato l’amara sorpresa: l’impiegato della Asl gli ha spiegato che per avere il rimborso, oltre a presentare fotocopia del bollettino pagato erroneamente dovrà recarsi al distretto sanitario di competenza (in questo caso quello di Campi Salentina) presentare una domanda e ricevere il nulla osta del direttore.

Successivamente dovrà tornare all’ufficio economato, questa volta a Lecce, poi dovrà attendere almeno 4 mesi (perchè i rimborsi non vengono effettuati singolarmente, ma complessivamente) per avere indietro il denaro, con assegno o accredito bancario. “Solo per presentare domanda di rimborso – lamenta il 45enne – spenderò tempo e denaro , più di quello che dovrò riavere”

“La speranza, ci dice, è che il direttore della asl possa in qualche modo intervenire, per mettere fine a queste lungaggini burocratiche a nostro danno, perchè quando è un cittadino a dover dare qualcosa la si pretende velocemente, quando la si deve riavere, diventa un’impresa.” Il rischio è quello di essere scoraggiati e di finire con il non richiedere più quanto dovuto.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*