Questa sera il Lecce contro il Messina, i giallorossi vogliono salire al terzo posto

minerva

LECCE- Lecce -Messina è anche sfida fra bomber anche se sia Moscardelli sia Corona preferirebbero, a malincuore, mettere non trovare il loro fiuto del gol pur di fare il pieno di punti nell’appuntamento serale del Via del mare che farà calare il sipario sulla 26^ giornata di Lega Pro.
E se c’è posto per il quasi 41enne Corona perché non dovrebbe trovarlo Miccoli? Ma non è una questione di carta d’identità. Bollini e Grassadonia hanno esigenze diverse e Miccoli, questa sera partirà quasi certamente dalla panchina. Miccoli rappresenta già una novità in quanto torna tra i convocati ed è la prima volta con Bollini dopo i fastidi muscolari che hanno rallentato per l’ennesima volta la sua ripresa. Dopo la partita di questa sera l’attaccante giallorosso potrebbe dare notizie più precise circa il suo futuro immediato.

Dopo i risultati del fine settimana i giallorossi salentini sono chiamati a conquistare la vittoria per ritornare in terza posizione oggi occupata dalla Juve Stabia. La squadra leccese è reduce da due vittorie consecutive. I dubbi del tecnico giallorosso riguarderebbero solo la linea offensiva, sulla quale sembra avere il posto assicurato il solo Moscardelli. In quattro corrono per due maglie: Lepore, Gustavo, Emablo ed herrera con quest’ultimo che ha molte possibilità di non partire dal primo minuto. Gli altri due reparti, invece, non dovrebbero subire modifiche rispetto all’uscita di Pagani.

Il Lecce, pertanto, dovrebbe schierarsi con Caglioni (ex dell’incontro) tra i pali; Mannini, Diniz, Abruzzese e Lopez in difesa; Salvi, Papini e Sacilotto a centrocampo; per l’attacco, assegnato a Moscardelli il ruolo di prima punta, ci sono due posti che dovrebbero essere occupati da Embalo e Gustavo.

Con Bollini se nessun rappresentante dell’attacco è andato ancora a segno, la difesa invece è imbattuta: zero gol contro Savoia e Paganese.Tra i peloritani vestirà i panni dell’ex Erminio Rullo, in campo nell’undici titolare.Il Messina dovrebbe schierarsi con Iuliano in porta; Cane, Altobello, Silvestri e Rullo in difesa; Bortoli, Mancini e Damonte a centrocampo; Ciciretti, Corona e Orlando in attacco.All’andata finì 3-1 per il Messina. Moscardelli illuse il Lecce con uno spettacolare gol in apertura. Dopo, i siciliani ribaltarono il risultato con il pareggio di Orlando, il raddoppio del 41enne Giorgio Corona e il sigillo di Pepe.

Arbitrerà la partita Rasia di Bassano del Grappa. Fischio d’inizio alle 20,45

 
Ottica Salomi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*