Galatea 2, assolto Barone in II grado : “Il fatto non sussiste”

minerva

GALLIPOLI- Galatea 2- “Il fatto non costituisce reato”, questa la formula con la quale è stato assolto l’avvocato Alfredo Barone imprenditore di Lecce, già sindaco del comune di Parabita.  L’avvocato Barone , difeso dagli avvocati Giuseppe Bonsegna e Francesco Galluccio Mezio, era stato condannato in primo grado con rito abbreviato ad una pena di 8 mesi e 20gg.  I giudici della Corte d’Appello di Lecce – presidente Silvano Botrugno, relatore Antonio del Coco e a Latere Carlo Errico, hanno invece confermato,per gli altri imputati coinvolti negli altri due filoni d’indagine, la sentenza di primo grado del gup Vincenzo Brancato.

Per la vicenda della cartellonistica era coinvolto Stefano Zampino, dirigente dell’uffico strade della provincia dio Lecce ;
per il presunto abuso d’ufficio invece il dott Mirko Vitali,funzionario del comune di Parabita, in concorso con l’allora sindaco di Parabita Adriano Merico , il consigliere comunale Stefano Prete ed il segretario comunale di Acquarica del Capo dr Giuseppe Leopizzi.

Il processo principale come si ricorderà è quello ancora in corso in primo grado con rito ordinario contro Flavio Fasano già sindaco di Gallipoli ed all’epoca dei fatti assessore all’urbanistica nella giunta Pellegrino. La questione del Nautico invece, che vedeva coinvolto l’avv. Barone, si è dunque conclusa ….ma il vecchio istituto Nautico per il quale il Barone aveva suggerito agli amministratori provinciali la trasformazione in residence, continua purtroppo a fare la sua pessima figura sul lungo mare di gallipoli dove ormai, cadente ,costituisce un pericolo per tutta la collettività

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*