Stabilizzazioni aeroporti, Uglta e Uilt: “Nessun accordo. Licenziano 9 persone”

BARI- Stabilizzazione dei precari in Aeroporto, l’Uglta e la Uilt smentiscono Adp. Non c’è alcun accordo che possa trovare applicazione, visto che loro non hanno firmato. Il perché sta nel fatto che da una parte Aeroporti di Puglia licenzierebbe dei lavoratori a tempo indeterminato e dall’altra assumerebbe lavoratori precari. “Il 6 febbraio 2015 -scrivono i segretari regionali delle due sigle sindacali- Aeroporti di Puglia ha diffuso un comunicato stampa, con tanto di dichiarazione del suo Amministratore Unico Giuseppe Acierno, nel quale quest’ultimo si dichiara soddisfatto e addirittura felice per la firma dell’accordo sindacale che avrebbe portato alla stabilizzazione dei precari di Adp.

Trascura volutamente di riferire, l’amministratore unico, che l’accordo è stato sottoscritto solo da alcune Organizzazioni Sindacali(Filt Cgil e Fit Cisl) e che il 12 febbraio 2015 si terrà presso la Prefettura di Bari un incontro tra Ugl e Uilt per affrontare la vertenza dei precari.

“Non solo -dicono- Filt Cigl e Fit Cisl rappresentano pochi iscritti negli aeroporti pugliesi, ma senza la definizione della vertenza da parte delle sigle sindacali Uglta e Uilt l’accordo non può trovare applicazione”. Ove Aeroporti di Puglia si impegnerà a stabilizzare i 70 lavoratori precari, sarebbero già pronte le lettere di licenziamento per 9 lavoratori a tempo indeterminato che Adp cederebbe in altra azienda a fronte di una ipotetica riduzione di operativo voli”. I rappresentati sindacali preannunciano quindi azioni eclatanti presso gli aeroporti di Bari e Brindisi, per denunciare tale stato di cose richiedendo l’intervento delle forze politiche per far luce sui fatti di Aeroporti di Puglia.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*