Lecce, Gabellone alla mamma di Valentina: “Assistenza scolastica garantita”

doc cantina salice

LECCE- Ci sarà la continuità così come la qualità nel servizio di assistenza scolastica. Valentina potrà continuare a frequentare la scuola come tutti gli altri ragazzi della sua età. La risposta del Presidente Gabellone al nostro servizio non si è fatta attendere. Abbiamo dato voce a Maria Luisa, madre di una ragazzina di 15 anni, affetta da Teatraparesi spastica, studentessa al secondo anno dell’istituto Scarambone di Lecce. Valentina ha, ovviamente, bisogno d’aiuto, e del sostegno di personale specializzato. Dall’inizio dell’anno, però per lei solo assistenti con incarichi “occasionali”, della durata di qualche giorno, con molti periodi vacanti. Secondo Maria Luisa la Giunta provinciale che si occupa del servizio avrebbe approvato una delibera secondo la quale ogni famiglia dovrebbe anticipare le somme necessarie al pagamento dell’assistente con l’ente che poi dovrebbe successivamente rimborsare. Secondo Gabellone le cose non stanno cosi.

“Nonostante questa complessa funzione non sia più della Provincia”, chiarisce il Presidente, “noi garantiremo il servizio, che in altre realtà hanno già sospeso, fino alla fine dell’anno scolastico, nonostante il disegno di legge regionale preveda che questi servizi vadano in capo agli Ambiti territoriali, quindi ai Comuni”. “Le famiglie, a partire dal 1° febbraio di quest’anno, potranno scegliere direttamente gli operatori dagli elenchi selezionati dalla Provincia mediante Avviso pubblico. L’ente assicurerà 72 ore mensili di assistenza da gestire a scuola”. “Nessun anticipazione a carico delle famiglie, alle quali vengono messi a disposizione moduli che semplificano tutta la procedura. La Provincia, dice Gabellone, ha dato priorità ai servizi sociali nonostante i tagli che dai dai quasi 2 milioni di euro di erogazioni regionali del 2011 sono passati a 370 mila euro nel 2014″.

Almeno per quest’anno Valentina potrà continuare a frequentare la scuola e l’assistenza ci sarà. Ma per il futuro le garanzie non ci sono.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*