Norman Atlantic, trovato corpo carbonizzato: era nella cabina di un tir

BRINDISI – Quello che per diverso tempo si temeva è accaduto. Un cadavere completamente carbonizzato è stato ritrovato all’interno del relitto della Norman Atlantic, ormeggiato nel porto di Brindisi.

Sono stati i vigili del fuoco a trovarlo, sono loro che stanno conducendo le operazioni di bonifica nel relitto del traghetto naufragato dopo il terribile incendio del 28 dicembre scorso al largo tra la costa salentina e la Grecia .

Il corpo era nella cabina di un tir sul ponte 4. Il pm della procura di Bari, Ettore Cardinali, è entrato nel relitto per i primi sopralluoghi insieme ai medici legali che si occuperanno, nei prossimi giorni dell’autopsia, al personale della Capitaneria di Porto di Bari e il Sis dei Carabinieri.

Salgono quindi a dieci le vittime accertate nel naufragio. Le altre nove, tutte recuperate in mare dai soccorritori, sono morte per assideramento e annegamento. Quello trovato oggi, invece, è il primo naufrago morto a bordo, in seguito all’incendio. Rispetto all’elenco dei passeggeri sono ancora 18 i dispersi e gli inquirenti non escludono che ci siano sul traghetto altri cadaveri di naufraghi vittime del rogo.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*