Variante al piano lottizzazione, il Tar dà ragione al Comune di Maglie

doc cantina salice

MAGLIE- Il Tar di Lecce ha accolto la richiesta di misure cautelari proposta dal Comune di Maglie (difeso dagli avvocati prof. Pier Luigi Portaluri e Luciano Ancora) contro la delibera con cui la giunta regionale pugliese aveva diffidato l’amministrazione comunale ad annullare la delibera consiliare n. 31 del 2014 di approvazione di una variante al piano di lottizzazione della zona artigianale.
Nel novembre scorso, in seguito ad un esposto presentato da alcuni consiglieri comunali di minoranza, la Regione ha avviato il procedimento volto a verificare la legittimità dal punto di vista urbanistico della variante al piano di lottizzazione della zona artigianale.

Ritenendo non conforme alla legge regionale il procedimento comunale di approvazione di quella variante, la Giunta regionale aveva diffidato il Comune. Il Tar ha condiviso le tesi secondo cui le norme regionali consentono all’amministrazione comunale di approvare la suddetta variante al piano di lottizzazione senza bisogno di modificare il piano regolatore generale.

La decisione – è questo l’avviso dei legali – è di particolare importanza poiché conferma la legittimità delle scelte urbanistiche comunali dalle quali dipendono le prospettive di sviluppo del territorio magliese e del suo indotto economico.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*