Capolinea Sudest lontano da scuola, proteste e disagi di studenti e genitori

doc cantina salice

LECCE- “Gli studenti delle scuole di piazza Palio costretti – a causa degli orari e dalla scelta di continuare a mantenere il capolinea presso lo spiazzo di via Pitagora davanti al mercato delle “Settelacquare” – a corse folli ed a rischio della propria incolumità per arrivare in tempo a lezione o per non perdere, al rientro il pullman che li riporta a casa”. Le denunce dei genitori sono arrivate allo Sportello dei diritti.
“Non sono bastate le istanze dei cittadini suffragate da quelle del sindaco di Melendugno a far cambiare idea alle Ferrovie del Sud Est che continuano a far permanere i disagi -scrive il presidente dello sportello, giovanni d’agata- Il padre di uno dei giovani aveva già fatto rilevare con una richiesta scritta e senza che arrivasse risposta alcuna da parte della società di trasporti in questione, che mentre i capolinea di altre aziende sono collocati in piazza Palio, cosicché da favorire il tempestivo ingresso degli studenti nei diversi edifici scolastici posti nell’area, quello delle FSE, che cura fra le altre la tratta per i giovani melendugnesi e dei paesi limitrofi si trova ancora in via Pitagora a circa un chilometro dai suddetti edifici scolastici”.

In particolare, il pullman che parte da Melendugno alle 7.30, termina la corsa al citato capolinea posto innanzi al mercato delle “Setteleacquare” alle 8.00 / 8.05 circa se non vi sono inconvenienti. Di conseguenza, gli studenti, quasi tutti minorenni, sono costretti a percorrere di corsa la distanza sino alle scuole per poter tentare di fare il meno tardi possibile, giacchè l’orario previsto generalmente per l’ingresso in classe è quello delle 8.00. Da qui l’appello ad FSE, perché trovi una tempestiva soluzione, prima della fine dell’anno scolastico. 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*