Di Chiara: “Ce la giocheremo fino in fondo”

Ottica Salomi

LECCE- Gianluca Di Chiara e Tommaso Scuffia hanno ricevuto il battesimo in giallorosso domenica scorsa al Via del mare con la vittoria contro il Matera. Per Di Chiara subito l’esordio da titolare complice pure l’assenza di Walter Lopez per squalifica. Il tecnico Pagliari lo ha schierato terzino sinistro, il ruolo che gli ha permesso di crescere dopo i primi passi come esterno alto. Una svolta avuta a Reggio Emilia, la città dove risiede con la famiglia, trasferita da Bagheria, in provincia di Palermo, al Nord Italia. La chiamata del Lecce è di quelle che non si possono rifiutare.

Contro il Matera ha disputato una partita prudente seguendo le consegne del tecnico giallorosso. All’occorrenza potrà essere adattato anche sulla linea mediana, ma preferisce essere impiegato in difesa dove dovrà battere la concorrenza di Lopez. Ha trovato una squadra scivolata nel mese di dicembre fuori dalla zona play off. A Lecce ritrova Miccoli con il quale si è allenato quando era al Palermo.

Il terzino con la cresta potrebbe giocare nuovamente titolare contro la Reggina. L’allenatore giallorosso ha provato una difesa a quattro con Beduschi a destra, Vinetot e Abruzzese centrali, Di Chiara a sinistra. Ma ha schierato pure Diniz a destra, Vinetot e Abruzzese centrali, Lopez a sinistra. Le opzioni abbondano…Per il portiere Tommaso Scuffia il piacere della prima convocazione, ma l’esordio è stato rimandato per il momento. Di lui si sono accorti un po’ tutti, domenica pomeriggio, quando al termine della partita contro il Matera si è portato sotto la curva per rivolgere le proprie scuse alla tifoseria giallorossa dopo il gesto compiuto quando è stato ospite con il Catanzaro al Via del mare. Un’esultanza particolare dopo il pareggio al 92′ dei calabresi. 

Dalle scuse alle parole di felicità per l’approdo al Lecce. Di Macerata come il tecnico Pagliari attende il proprio turno.Tra i colleghi più noti preferisce il portiere della Nazionale e della Juventus. Per Scuffia nella corsa promozione c’è ancora anche il Lecce.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*