Nasce il Polo Forestale del Salento

LECCE- Dovrà essere una sorta di cervello unico attraverso il quale coordinare l’intera gestione delle risorse boschive e naturali del Salento. E avrà sede qui, all’interno del vivaio della Regione Puglia, su viale della Libertà, a Lecce. Nasce il primo “Polo forestale”, che accorperà gli uffici del Corpo Forestale dello Stato, della Sezione Provinciale del Servizio Foreste e dell’Arif, l’Agenzia regionale per le attività irrigue e forestali.
Ad ogni organo un piano della palazzina “ex Irif”, immobile da poco ristrutturato, di proprietà di via Capruzzi, e in attesa di una destinazione d’uso quanto prima, almeno per evitare il degrado strutturale per il mancato utilizzo.  È qui che aveva già chiesto di ritornare il Corpo Forestale, retto dal comandante provinciale Jacopo Ristori, con richieste più volte avanzate sia a livello regionale che locale. D’altronde, è da tempo scaduta la convenzione stipulata per un solo anno con la Provincia di Lecce, che negli ultimi cinque anni ha invece ospitato a titolo gratuito le giubbe verdi nella sede amministrativa collocata nella zona industriale.

Qui traslocheranno anche i dipendenti del Servizio Foreste di Palazzo dei Celestini, attualmente impiegati in via Aldo Moro. E qui avrà alla fine dimora anche l’Arif, priva di sede nel Leccese.

Dunque, dagli uffici sparsi in diversi quartieri della città si passerà alla concentrazione in un unico luogo. È questione di logistica, certo, ma anche un modo per rimarcare una presenza più forte in questo settore, un’armonizzazione più intensa delle attività, un’impostazione unitaria nella materia forestale, provando a fare sintesi tra azione amministrativa e quella di controllo del territorio. 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*