Va a comprare la calza con la refurtiva addosso: arrestato uno dei presunti rapinatori dei market

COPERTINO- Prima, insieme ad altri tre complici, semina il panico con fucile a canne mozze riuscendo a portare a segno due rapine nel giro di mezzora, poi va a comprare la calza della Befana. A finire nei guai: Fabrizio Giuseppe Basso, 26enne di Copertino già noto alle forze dell’ordine.
Le rapine, ieri sera intorno alle 19.00. Prima al “Meta” di Copertino in via Spezza Ferri e subito dopo al “Sisa” di via Tagliamento a Monteroni. Armati di fucile a canne mozze, hanno fatto irruzione all’interno degli esercizi commerciali e sotto minaccia delle armi sono riusciti a farsi consegnare i soldi presenti in cassa. Dopo sono fuggiti via a bordo di una Fiat Stilo di colore grigio. Il bottino ammonterebbe a poco più di 2mila euro.

Immediato l’intervento dei carabinieri che hanno attivato diversi posti di blocco e visionato le immagini del sistema di videosorveglianza. Grazie proprio a quest’ultime sono presto riusciti a risalire al 26enne. L’auto della rapina era parcheggiata dietro a un esercizio commerciale. Il proprietario era dentro per comprare una calza per la Befana. I militari lo hanno immediatamente sottoposto a una perquisizione personale, trovandogli addosso, negli slip, 920 euro, di cui non ha saputo fornire spiegazione.

Successivamente, i militari hanno proseguito con una perquisizione domiciliare, durante la quale sono stati rinvenuti dei giubbotti identici a quelli usati nelle due rapine. Il 26enne è stato così tratto in arresto. Ora è caccia ai complici.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*