Una mano sotto la ruota del treno, giallo risolto: è di resina

minerva

SURBO – Risolto il giallo del macabro ritrovamento nello scalo ferroviario di Surbo. Durante il lavaggio del treno “Freccia Bianca”, usato per il collegamento Milano-Lecce, i dipendenti di Trenitalia hanno trovato sotto una ruota del convoglio i resti di una mano. Sembra l’arto di un essere umano.
Sul posto sono giunti gli agenti della Polfer di Lecce che hanno provveduto a sequestrare la mano, ormai ridotta in cattivo stato dallo sfregamento e dagli agenti atmosferici, a sigillarla e a inviarla presso il Reparto di Bari, dove alcuni periti l’hanno analizzata e sottolineato che in realtà si tratta soltanto della mano di una statua di resina.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*