Lecce, il rilancio parte dal via del Mare. Giallorossi su Donnarumma e Insigne

LECCE-   Lavora intensamente il Lecce senza farsi distrarre dal clima festivo di Capodanno. Fra pochi giorni tornerà il campionato. La Lega Pro alzerà nuovamente il sipario martedì 6 gennaio (si riparte già il 5 con Matera- Aversa Normanna) quando al Via del mare il Lecce, per l’ultima giornata di andata, affronterà la Vigor Lamezia.

Potrebbe essere un gennaio molto prolifico per la squadra leccese poiché disputerà al Via del mare ben 3 incontri su 4. Si partirà, appunto, il 6 gennaio contro la Vigor Lamezia e cinque giorni dopo nuovo appuntamento nel proprio stadio contro la Lupa Roma, per la prima giornata di ritorno. Dopo ci sarà il derby di Barletta prima della sfida sul terreno dello stadio leccese contro il Matera. Contro la formazione di Auteri sarà l’ultimo appuntamento del mese di gennaio.

Un’occasione davvero propizia per i giallorossi a caccia di punti per risalire la china e avvicinarsi alla vetta attualmente occupata dalla Salernitana che misura un vantaggio di nove punti sulla formazione salentina. Con l’avvento di Dino Pagliari sulla panchina giallorossa si è voluto dare una sterzata a un dicembre poco redditizio. La squadra giallorossa, infatti, ha perso tutte e tre le partite in calendario: Foggia e Ischia fuori casa, Martina al Via del mare. Un rendimento che ha costretto la dirigenza a prendere quella decisione che ha portato all’esonero di Lerda e ad affidare la guida tecnica della squadra a Dino Pagliari. Il tecnico marchigiano ha cominciato a fare le prime valutazioni sul campo riguardo la squadra a disposizione ed eventuali richieste da fare alla società in questo periodo di calciomercato. Intanto Pagliari lavora per presentare il suo primo Lecce contro la Vigor Lamezia.

Il nuovo allenatore giallorosso dovrà rinunciare a Papini e Salvi, entrambi squalificati per la sfida contro la formazione calabrese. Pertanto, deve essere ridisegnato il nucleo centrale. Inoltre, le assenze di Bogliacino e Gomes non aiutano il nuovo allenatore a costruire quello che potrebbe essere il blocco centrale della mediana. I due calciatori rientreranno nelle prossime ore. Così come Daniele Mannini. L’ex Pisa ha saltato anche la sfida di Ischia per un problema ad un ginocchio e non è escluso che possa considerarsi indisponibile anche per la prima partita del 2015. Ma nel ruolo di laterale difensivo Pagliari può valutare Donida e lo stesso D’Ambrosio, nonché Martinez, in qualche occasione carta d’emergenza in quel ruolo. Nessun problema, invece, per Moscardelli non convocato per Ischia per un problema ad una caviglia. L’attaccante italo-belga potrebbe far coppia con Miccoli, in tacco, per la “prima” del nuovo corso di Dino Pagliari. Nella rete del calciomercato è finito anche il nome di Fabrizio Miccoli, per il quale sembra siano arrivate delle offerte che l’attaccante e il suo procuratore stanno valutando soprattutto alla luce di una prima parte di stagione deludente per lo scarso impiego del capitano durante la gestione Lerda. Miccoli potrebbe, comunque, sciogliere ogni dubbio e rimanere in giallorosso grazie anche a input stimolanti trasmessi dal nuovo allenatore.

Ad ogni modo, il direttore sportivo Tesoro punterà a rinforzare il reparto offensivo. I nomi accostati, per il momento, alla società giallorossa sono quelli di Alfredo Donnarumma e Roberto Insigne, attualmente in forza alla Reggina e nella passata stagione al Perugia dove è stato promosso in serie B. Si tratta di una seconda punta, non proprio ciò che servirebbe al Lecce. Insigne, fratello del più noto Lorenzo, attaccante del Napoli, ha finora realizzato 6 gol concentrati in tre partite: doppietta alla Casertana, rete alla Paganese, tripletta al Cosenza.

Anche Alfredo Donnarumma sarebbe sulla lista di Tesoro. All’attaccante sembra interessata anche la Salernitana. L’attaccante, classe ’90, di proprietà del Pescara, è attualmente in forza al Teramo, formazione del girone B di Lega Pro. Con la squadra abruzzese ha collezionato finora 15 presenze realizzando finora 8 gol. In passato, il calciatore di origini campane, ha vestito le maglie , tra le altre , di Como, Gubbio e Cittadella.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*