Pagliari: “Ce la possiamo fare” Tesoro: “L’uomo giusto per noi”. I tifosi contestano: “Più impegno e rinforzi”

LECCE- Il primo pomeriggio di lavoro di Pagliari, nuovo tecnico del Lecce, è piovoso e si spera sia anche fortunato. Però è stato caratterizzato pure dalla presenza dei tifosi, che hanno fatto sentire la propria voce e il proprio stato d’animo. La svolta alla guida tecnica non è bastata a placare gli animi, almeno per il momento. Significa che non di tutto può essere responsabile Lerda, il quale è stato sì protagonista di una splendida rimonta, nella passata stagione, ma ha anche perso una finale play off e in questo nuovo campionato la squadra ha avuto un andamento altalenante tanto da far scivolare la squadra fuori anche dalla griglia play off.

Il primo allenamento dell’era Pagliari (durato in tutto un’ora e al quale ha assistito anche Antonio Tesoro) è stato caldo. Sistemati nel settore distinti sud -ovest un gruppo di tifosi ha esposto uno striscione: “Tesoro, gennaio sta arrivando”, con chiaro riferimento al mercato invernale ormai alle porte. (audio) Dunque, Savino Tesoro è stato invitato a rinforzare la squadra a disposizione ora di Pagliari perché l’obiettivo è quello di tornare in serie B. E Miccoli e compagni, invece, sono stati invitati a tirare fuori gli attributi, di comportarsi da uomini e lottatori in campo, di onorare la maglia del Lecce e di lottare fino all’ultima giornata.

L’era Pagliari è cominciata, il diesse Tesoro è pronto a ritoccare la squadra, ma i tifosi sono in attesa di conoscere il destino di Miccoli. Qualche settimana fa si pensava che il problema fosse Lerda. Partito il tecnico piemontese non dovrebbero esserci più problemi (almeno di natura caratteriale). Invece, le voci di radiomercato accostano il nome del capitano giallorosso a questa e a quella squadra. Sarebbe il caso che lo stesso Miccoli decida in fretta il proprio futuro, per il bene della squadra e per un clima che deve tornare sereno prima possibile. Il tecnico Pagliari deve lavorare con gente convinta di poter dare tutto alla causa del Lecce e, sotto questo aspetto, Miccoli non si discute. Certo, il capitano giallorosso non troverà una maglia da titolare riservata. Anche Pagliari non guarda ai nomi, ma al prodotto. Miccoli è una risorsa. Pagliari preferisce avere la pietra leccese (con la quale costruire qualcosa) piuttosto che bearsi del barocco. Messaggi chiari da parte del tecnico di Macerata che deve dare una sterzata a questa squadra.

La seduta è durata un’ora ed è stato svolto solo un lavoro atletico. Erano assenti, perché in permesso) Bogliacino, Mannini e Filipe Gomes. Ha effettuato un lavoro differenziato Diniz.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*