Marò, l’India: “Sì al dialogo tra governi ma deciderà la magistratura indiana”

doc cantina salice

NEW DELHI – La vicenda dei marò, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone,  “non e’ solo una discussione fra due esecutivi, ma e’ un tema all’esame della magistratura indiana” che “deve esprimersi prima che si possa andare avanti”. Lo ha detto oggi a New Delhi il portavoce del governo indiano. “La giustizia indiana e’ libera, trasparente e imparziale“.

Dopo giorni di indicrezioni su una presunta trattativa sotto traccia tra i due governo, il portavoce Syed Akbaruddin ammette che «è difficile spiegare a che punto siamo per il semplice fatto che la questione è all’esame della giustizia».

Il messaggio è chiaro: “Mentre il governo indiano può avere un punto di vista e considerare varie opzioni, fondamentalmente questa questione è in mano alla giustizia e dovrà andare attraverso un percorso legale ed arrivare ad una decisione della magistratura affinché si possa andare avanti”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*