Sceglie il silenzio l’uomo accusato di aver dato fuoco alla compagna

doc cantina salice

LECCE- Interrogatorio di garanzia davanti al gip: Alberto Antico, 42enne di Nardò, arrestato giorni fa per aver dato fuoco alla moglie riducendola in fin di vita , si è avvalso della facoltà di non rispondere.

L’uomo, assistito dall’avvocato Tommaso Valente, è finito in manette lo scorso 18 dicembre. Sarebbe stato lui, al culmine dell’ennesimo litigio, a gettare dell’alcol addosso alla donna e a darle fuoco, facendo di tutto per farlo sembrare un incidente. Sullo sfondo 4 anni di una convivenza terribile, costellata di violenze e maltrattamenti. A rivelarli la stessa donna che solo dopo diverse ore dal ricovero è riuscita a parlare e a raccontare di come Antico le avesse letteralmente dato fuoco, avesse chiamato i soccorsi rendendosi conto della gravità delle sue condizioni e l’avesse minacciata di non parlare.

L’uomo è accusato di tentato omicidio e maltrattamenti con aggravio di recidiva.Il suo legale nei prossimi giorni potrebbe avanzare richiesta di scarcerazione dinanzi al Tribunale del Riesame

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*