“I nostri cosmetici sono sicuri, se qualcuno ha fatto il nome di Lilt lo perseguiremo”

LECCE- Dopo la denuncia del presidente di Lilt Lecce Giuseppe Serravezza a proposito di un’azienda di cosmetici che avrebbe venduto a nome della lega italiana per la lotta ai tumori, arriva il chiarimento della ditta. Il nome dell’azienda non è mai stato pronunciato, ma l’indicazione geografica (situata tra Matino e Parabita) non lascia dubbi, poiché una sola attività del genere è presente in quel territorio. “Il nome di lilt non è stato strumentalmente usato e se dovessimo verificare il contrario, perseguiremo legalmente l’autore” dice il numero uno della ditta. E, a proposito della black list, quella dei prodotti tossici distribuita da lilt, specifica che si sono attenuti proprio a quella, seguendo scrupolosamente il vademecum per l’acquisto consapevole di prodotti cosmetici e di igiene personale. “Intendo ringraziare la LILT ed in particolare il suo presidente Serravezza -dice Fiorenza- in quanto in seguito ad alcune segnalazioni giunte presso la loro sede, ha sentito il dovere di fare delle giuste e doverose precisazioni. Questo mi da l’opportunità di fare ulteriore chiarezza in merito”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*